Se non giochi non vinci

lunedì 28 giugno 2010

Prima che il blog “cambi faccia”, (nonostante il favore dei miei 10 lettori ;), scusate, ma io e ’sto “beigetto” proprio non andiamo d’accordo!), poiché non so esattamente quanto tempo ci vorrà per rimettere tutto in ordine,  ecco il mio contributo a la festa del cavolo, un evento di inizio estate organizzato per tutti noi lettori cavoletti da Sigrid (cfr. mio 2° post…l’avevo detto che era il mio blog preferito!).

Condizioni per partecipare alla lotteria: rifare, con o senza varianti, una delle ricette de “Il libro del cavolo”.

E vaiiiiiiiii!!! Qui è cominciato il concorso nel concorso! Ovvero, preparare le ricette che ancora non avevo fatto per svariati  motivi (mancanza di tempo in primis, non reperibilità degli ingredienti, etc.) e poi scegliere quella che preferivo. Mica facile! Però, dopo lunga, approfondita, meditata riflessione (e degustazione!) the winner is…

Il pesto alla trapanese (e pasta cu l’agghia)

Armata di mortaio

ho “pestato”

2 spicchi d’aglio
1 mazzetto di basilico
50 g di mandorle
400 g di pomodoro pizzutello
sale e olio qb

 

ed ecco il risultato! Come si può notare non è perfettamente cremoso ma, secondo me, molta della bontà del piatto sta proprio in quello!

Dopodiché ho cotto la pasta (caserecce siciliane, ma non pasta fresca, ahimè!), l’ho condita con il pesto e ho spolverizzato con mollica di pane leggermente tostata e, per finire, patate fritte a rondelle.

 

E se solo una foto potesse trasmettere anche il profumo di questa delizia, soprattutto quello intenso e dolce delle mandorle che “avvolgono” il pomodoro e il basilico…

Il giorno dopo, per il golosone di turno, un ultimo assaggino con le orecchiette fatte in casa, insomma Puglia-Sicilia fusion!

 Un grazie a Sigrid per la bella scoperta e buona festa a tutti i cavoletti!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Archivio:  

2 Commenti a “Se non giochi non vinci”

  1. MAMY DI BARI scrive:

    Fantastic!!! proverò al più presto…..invitanti i colori (come sai amo la cromaticità) e il gusto, che dalla tua descrizione, quasi quasi lo sento x casa…..
    Alla prossima cara Giulietta

  2. Benedetta scrive:

    Sai che io sono giorni e giorni che cerco la ricetta giusta sul libro del cavolo e niente, ancora non mi decido e domani scade….mi devo dare una mossa!
    benvenuta nei foodblogger, allora, ti aspetto per la sfida! ;-)

Commenta